Innovazione tecnologica

NEW-RE

Le terre rare sono elementi naturali individuati nella lista dei 30 Critical Raw Materials. Queste materie prime critiche sono state selezionate, a livello europeo, per la loro importanza economica associata ad un elevato rischio di approvvigionamento perché estratte al di fuori dei confini d’Europa. La transizione ecologica e i recenti sviluppi geopolitici spingono l’UE verso l’elettrificazione, la digitalizzazione e l’uso di energie da fonti rinnovabili. Risulta quindi essenziale assicurarsi l’approvvigionamento delle terre rare, poiché elementi fondamentali di numerosi prodotti strategici come pannelli fotovoltaici, batterie e motori elettrici.

In questo contesto, l’ente europeo EIT Raw Materials ha finanziato il progetto NEW-RE con l’obiettivo di aumentare il riciclo delle terre rare, tra le quali il neodimio, apportando migliorie all’intera filiera del riciclo.

In NEW-RE i partner di progetto si propongono di incrementare la raccolta delle fonti di terre rare (i magneti permanenti), migliorarne il pretrattamento ed ottenere infine le terre rare secondarie. Questo obiettivo sarà perseguito tramite l’impiego di un impianto pilota per il processo idrometallurgico di magneti permanenti ricavati da motori elettrici dismessi e hard disk. Contestualmente verrà sviluppato un processo per l’estrazione automatizzata dei magneti permanenti dai RAEE e motori elettrici dismessi.

ERION come coordinatore del Consorzio si occuperà di gestire le attività per garantire la riuscita del progetto. In aggiunta, si dedicherà alla comunicazione e disseminazione dei risultati di progetto ai propri stakeholder.

———

Durata: 2022-2024

Supportato da:
Partners: